Dr. med. Cauzza Elena

Practice PracticeSenologyRadiologyDoctorsRadiological institute
xDonna Swiss Medical SA
Closed
Address
Piazza Indipendenza 4
6500 Bellinzona
Phone
091...Show number 091 825 47 47
Fax
091...Show number 091 825 95 53
No advertising material

Description and special features

Benvenuti da xDonna

xDonna è uno studio di radiologia senologica interamente dedicato alle donne ideato e seguito dalla Dr.ssa Elena Cauzza.

Alle nostre pazienti offriamo i seguenti esami radiologici: mammografie, ecografie mammarie, ecografie addominali e biopsie mammarie ecoguidate.

Siamo un team empatico di sole donne che vuole mettere al vostro servizio tutto il suo entusiasmo e le sue competenze in un ambiente accogliente. Scopri il nostro team

Dr.ssa Elena Cauzza
Medico radiologo

Mi sono diplomata presso la Facoltà di Medicina all’Università di Ginevra nel febbraio del 1998.

A partire dal terzo anno di studio sapevo che la mia specializzazione sarebbe stata la radiologia così ho dapprima intrapreso 7 mesi di medicina interna presso la Clinica Santa Chiara a Locarno per poi subito tornare a Ginevra dove ho approfondito le conoscenze di anatomia presso l’istituto patologico universitario di Ginevra.

Successivamente ho conseguito la specializzazione FMH in radiologia diagnostica ed interventistica presso gli Ospedali Universitari di Ginevra e Berna.

Dal luglio 2018 ho potuto completare l‘offerta tecnologica per la diagnostica senologica inaugurando il nuovo centro radiomedica.ch situato in viale Officina 7 dove, affiancata dal Dr med. G. Belloni, eseguiamo esami di risonanza magnetica, ecografia, artrografie e radiografie standard.

Lavori svolti

Ho lavorato come Capoclinica presso l’ospedale San Giovanni di Bellinzona dove ho svolto il ruolo di responsabile della qualità ed accompagnato il servizio di radiologia alla certificazione ISO, di seguito come Caposervizio per la radiologia senologica alla Certificazione di centro di senologia EUSOMA. Dal 2013 ho aperto lo studio xDonna dove mi occupo quasi esclusivamente di diagnostica senologica e nel 2014 abbiamo subito ottenuto la Certificazione Europea Euref quale riconoscimento di qualità e di accuratezza degli esami radiologici eseguiti presso lo studio.

Uno studio medico radiologico in Ticino dedicato interamente alle donne

 

Mammografia diagnostica 3D e tomosintesi

Cos’è, impiego e contro indicazioni
La mammografia è la radiografia del seno.
Il mammografo Hologic 3Dimension è la soluzione per la tomosintesi al seno più veloce con la risoluzione pìu elevata

 

 

Mammografia di screening

Il programma cantonale di screening mammografico
In Ticino dal 2015 c’è la possibilità per le donne residenti nel Cantone TI con più di 50 anni di partecipare al programma di screening mammografico ogni due anni.

 

 

Ecografia mammaria

Cos’è, impiego e contro indicazioni
L’ecografia mammaria, anche chiamata sonografia, è un esame diagnostico non invasivo che utilizza degli impulsi di ultrasuoni e ne misura l’eco di ritorno, da qui il nome ecografia o sonografia.

 

 

Ecografia addominale

Cos’è, impiego e contro indicazioni
L’ecografia, anche chiamata sonografia, è un esame diagnostico non invasivo che utilizza degli impulsi di ultrasuoni e ne misura l’eco di ritorno, da qui il nome ecografia o sonografia.

 

 

Biopsia mammaria ecoguidata

Cos’è, impiego e contro indicazioni
La biopsia mammaria ecoguidata serve a prelevare del tessuto mammario sotto controllo ecografico (sonografico) per analizzarlo.
Ci sono vari tipi di biopsia che si distinguono tra loro per le dimensioni dell’ago utilizzato e per le indicazioni al loro impiego:

 

 

Biopsia mammaria vacuum assistita stereotassica (MIBB)

MIBB (Minimal Invasive Breast Biopsy)
La biopsia mammaria stereotassica vacuum assistita (MIBB) trova il suo impiego nella diagnosi delle microcalcificazioni riscontrate alla mammografia.

Mammografia diagnostica 3D Tomosintesi

Cos’è, impiego e contro indicazioni
La mammografia è la radiografia del seno.

 

La mammografia diagnostica 3D e tomosintesi

Per le pazienti che non desiderano o non possono per età o storia clinica partecipare al programma cantonale di screening mammografico del Canton Ticino, lo studio xDonna offre la possibilità di sottoporsi a un esame personalizzato che si conclude con una visita con la radiologa.
A disposizione delle pazienti per la mammografia lo studio xDonna dispone della tecnologia tomosintesi che permette di ottenere una mammografia 3D.

La scansione in soli 3,7 secondi minimizza il  tempo di compressione aumentando il confort per la paziente e limitando la possibilità di artefatti dovuti al movimento

Grazie alla funzione di mapping, ciascuna area sospetta individuata su un’immagine Intelligent 2D è istantaneamente e automaticamente collegata allo strato di Tomosintesi corrispondente, risparmiando prezioso tempo di lettura e velocizzando il flusso di lavoro per i radiologi.

L’esame Hologic 3D MammographyTM :

  • è in grado di individuare fino al 65% di tumori invasivi della mammella rispetto alla sola tecnologia 2D
  • riduce fino al 40% il numero di richiami rispetto alla sola tecnologia 2D
  • è considerato dalla FDA migliore per le donne con seno denso rispetto alla sola mammografia 2D
  • oltre 200 studi scientifici ne dimostrano l’efficacia clinica

Per maggiori informazioni riguardo la tecnologia 3D Tomosintesi è possibile consultare il sito internet www.3dimensionssystem.eu

Ci si sottopone alla mammografia per ricercare piccoli tumori clinicamente ancora silenti o per investigare un sintomo clinico ad esempio un nodulo.

La mammografia è l’esame diagnostico per eccellenza nella ricerca del tumore al seno, bisogna però sapere che per le donne con un seno denso (il loro seno è composto prevalentemente da ghiandola mammaria e da poco tessuto grasso) la mammografia da sola non permette di vedere tutti i piccoli tumori, per loro è consigliato eseguire a complemento un esame ecografico.

La mammografia, se eseguita regolarmente e in centri di competenza, può ridurre la mortalità per il tumore mammario del 15-20%.

Viene spesso consigliata una prima mammografia dopo i 40 anni in quanto nel Canton Ticino il 20% delle donne con nuova diagnosi di tumore mammario ha meno di 50 anni. Viene cosigliata una mammografia a cadenza biennale dopo i 50 anni. Per le pazienti considerate a rischio elevato per il tumore mammario la frequenza consigliata è annuale.

In Ticino dal 2015 c’è la possibilità per le donne residenti con più di 50 anni di partecipare al programma di screening mammografico. Il programma Cantonale di screening mammografico gestisce gli inviti alle donne, verifica le competenze dei tecnici e dei medici (la Dr.ssa Cauzza era l’unica radiologa nel Cantone formata anche per lo screening prima dell’introduzione del programma in Ticino).

Con il programma screening la paziente viene invitata ad una mammografia ogni due anni nel centro radiologico di sua scelta, si sottopone a mammografia e poi rientra al suo domicilio, nel frattempo la mammografia verrà letta da due radiologi indipendenti ed in caso di discordanza da un terzo radiologo.

La paziente riceverà a casa per lettera il risultato della mammografia nel giro di 8 giorni lavorativi. All’interno di questo programma non vi è più contatto diretto con il medico radiologo e l’ecografia viene consigliata solo per le donne con ghiandola mammaria molto elevata (densità ACR 4).

Le contro indicazioni alla mammografia (per le quali ci sono sempre le rare eccezioni) sono le seguenti:

  • Allattamento
  • Giovane età
  • Gravidanza in corso

Le protesi mammarie di aumento non sono una controindicazione

Mammografia di screening

Il programma cantonale di screening mammografico
In Ticino dal 2015 le donne residenti nel Cantone Ticino con età compresa tra i 50 e 70 anni sono invitate per lettera a partecipare al programma cantonale di screening mammografico. L’invito viene automaticamente spedito ogni 2 anni.

 

La dottoressa Cauzza ha partecipato alla commisione di studio per l’introduzione del programma screening e vi partecipa attivamente quale prima, seconda e terza lettrice delle mammografie di screening. Ogni mercoledì partecipa alla consensus conference cantonale

La mammografia all’interno del programma di screening permette alle donne di accedere ad una mammografia di qualità senza doverne sostenere i costi. Indipendentemente dalla franchigia. Infatti la propria cassa malati assume il 90% del costo ed il restante 10% è preso a carico dal Cantone.

Con il numero di riferimento che si trova sulla lettera di invito e sul “Questionario sullo stato di salute” si può prenotare la propria visita telefonando allo

T +41 (0)91 825 95 54.

E’ importante presentarsi il giorno dell’esame con il “Questionario sullo stato di salute” già compilato e con il tesserino della cassa malati. Una volta letta la mammografia dalla dottoressa Cauzza e da un secondo radiologo riceverà a casa l’esito della mammografia entro 8 giorni lavorativi.

Lo studio è attento alle necessità della donna e soprattuto è consapevole che la tecnologia sempre aggiornata ci permette di migliorare la qualità di esecuzione e soprattutto di interpretazione degli esami eseguiti. Anche la mammografia di screening viene eseguita con il mammografo Hologic 3D MammographyTM.

 

La paziente telefona per fissare l’appuntamento e comunica il numero di riferimento presente sul questionario salute che dovrà essere compilato in anticipo e consegnato firmato al momento dell’esame. Ricordarsi di portare il tesserino della cassa malati ed eventuali mammografie precedenti. La signora che volesse partecipare al programma screening e che non ha ancora ricevuto l’invito può contattare il programma screening al numero 091/8160851 per farselo mandare.

Sono escluse dal programma screening le donne con diagnosi di carcinoma mammario da meno di 10 anni. Sono ammesse le donne con protesi in seguito a mastoplastica additiva.
All’interno di questo programma non vi è più il contatto diretto con il medico radiologo e l’ecografia viene consigliata solo per le donne con densità della ghiandola mammaria molto elevata (densità ACR 4) da eseguire in un secondo tempo.
Una ghiandola mammaria densa significa che il seno della donna è composto quasi esclusivamente da tessuto ghiandolare e da poco tessuto grasso, in questi casi la capacità diagnostica della mammografia di trovare tumori di piccole dimensioni è limitata ragione per la quale viene consigliato di completare l’esame con un’ecografia. L’esame ecografico non è gratuito e verrà fatturato secondo il sistema tariffale Tarmed alla cassa malati.
Siamo liete di mettere a disposizione la tecnologia MicroDose dei nostri mammografi che ci permette una mammografia di qualità con il minor quantitativo di raggi X.

 

 

Ecografia mammaria

Cos’è, impiego e contro indicazioni
L’ecografia mammaria, anche chiamata sonografia, è un esame diagnostico non invasivo al seno che utilizza degli impulsi di ultrasuoni e ne misura l’eco di ritorno, da qui il nome ecografia o sonografia.

 

L’ecografia permette di fornire delle immagini degli organi interni del nostro corpo. In senologia trova vari impieghi:

  • Nelle donne giovani in caso di sintomo (dolore) o reperto palpatorio (nodulo)
  • Nelle giovani donne (prima dei 35 anni) con elevato rischio genetico per il carcinoma mammario quale esame semestrale e a complemento della MRI (Risonanza Magnetica)
  • A complemento diagnostico dopo la mammografia nelle pazienti con ghiandola mammaria densa (ACR c, ACR d) (www.acr.org), in questo caso l’ecografia permette di trovare piccoli tumori che potrebbero essere nascosti, alla mammografia, dalla ghiandola mammaria densa

  • Per valutare l’integrità/rottura delle protesi mammarie)
  • Per guidare l’agobiopsia dei noduli mammari
  • Nelle donne in gravidanza o in allattamento
  • Per valutare le stazioni linfonodali nelle pazienti con nuova diagnosi di tumore mammario
  • Per valutare un’eventuale recidiva nelle stazioni linfonodali nelle pazienti con pregresso tumore mammario maligno

Non ci sono contro indicazioni.

Ecografia addominale

Cos’è, impiego e contro indicazioni
L’ecografia, anche chiamata sonografia, è un esame diagnostico non invasivo che utilizza degli impulsi di ultrasuoni e ne misura l’eco di ritorno, da qui il nome ecografia o sonografia.
L’ecografia permette di fornire delle immagini degli organi interni del nostro corpo. L’ecografia addominale andrebbe eseguita preferenzialmente a digiuno da 3-4 ore in quanto il gas intestinale dovuto alla digestione potrebbe impedire una corretta visualizzazione degli organi interni quali fegato, cistifellea, pancreas, reni, milza, aorta. Se è necessario visualizzare anche l’utero e le ovaie allora la vescica urinaria deve essere piena.

In senologia l’ecografia addominale trova il suo impiego principalmente per lo studio del fegato alla ricerca/controllo di eventuali metastasi. Tale esame non viene più eseguito di routine nelle pazienti con nuova diagnosi di tumore al seno, la ricerca di metastasi in paziente senza sintomi viene fatta con l’indagine di medicina nucleare chiamata PET-CT.

Non vi sono contro indicazioni a questo tipo di esame.

Biopsia mammaria ecoguidata

Cos’è, impiego e contro indicazioni
La biopsia mammaria ecoguidata serve a prelevare del tessuto mammario sotto controllo ecografico (sonografico) per analizzarlo. Ci sono vari tipi di biopsia che si distinguono tra loro per le dimensioni dell’ago utilizzato e per le indicazioni al loro impiego:

 

1. Punzione all’ago fine (PAF)
La punzione all’ago fine permette di aspirare delle cellule all’interno di un ago montato su una siringa per una verifica citologica. I suoi impieghi più frequenti sono:

  • Per punzionare e svuotare una cisti
  • Per verificare la presenza di metastasi nei linfonodi (ascellari, infraclaveari o della catena mammaria interna)

2. L’ago biopsia (Tru-Cut)
L’ago biopsia (anche chiamata tru-cut o ago tranciante) permette di prelevare del tessuto per un esame istologico. Il maggior quantitativo di tessuto prelevato rispetto ad una punzione all’ago fine permette di definire nelle lesioni maligne l’invasione e le caratteristiche biologiche (ricettori ormonali, grado di differenziazione ed aggressività) di un nodulo maligno.
Con l’ago biopsia si può differenziare un nodulo benigno da un nodulo maligno.

3. Biopsia mammaria vacuum assistita (MIBB, Minimal Invasive Breast Biopsy)
Grazie al grande diametro degli aghi utilizzati da questa tecnica, la MIBB permette di asportare parzialmente o totalmente un nodulo mammario ai fini diagnostici e/o terapeutici. Tale metodica utilizza un’ago tranciante collegato ad un’aspirazione vacuum per ottenere frustoli di ghiandola mammaria. A livello svizzero i centri certificati per tale procedura sono visibili sul sito internet www.mibb.ch dove vengono anche registrate in forma anonima le casistiche dei vari centri a scopo di controllo qualità.

Si esegue l’ago biopsia dopo aver disinfettato la cute e avere anestetizzato localmente la regione. La complicazione più frequente è la formazione di un ematoma (sanguinamento) locale. I pazienti diabetici fanno più facilmente sovra infezioni come complicazione.

Alla fine della procedura bioptica si consiglia di posizionare un clip (repere millimetrico) per marcare il luogo di biopsia, tale clip servirà nel caso di lesione maligna per indicare al chirurgo la posizione del tumore, nel caso di una lesione benigna documenta l’avvenuta biopsia per evitare ripetizioni inutili nel tempo.

L’assunzione di anticoagulanti è la principale contro indicazione ad ogni tipo di biopsia.

Tutte le biopsie mammarie sopra elencate sono eseguite in regime ambulatoriale.

Biopsia mammaria vacuum assistita stereotassica (MIBB)

MIBB (Minimal Invasive Breast Biopsy)
La biopsia mammaria stereotassica vacuum assistita (MIBB) trova il suo impiego nella diagnosi delle microcalcificazioni riscontrate alla mammografia. Le microcalcificazioni sono del deposito di calcio nella ghiandola mammaria che a dipendenza del loro aspetto, numero e disposizione possono essere il primo segno di una precancerosi ossia di una lesione maligna.

 

La biopsia viene eseguita in anestesia locale con l’utilizzo dei raggi X ed il tessuto ghiandolare mammario viene prelevato tramite aspirazione al vacuum attraverso l’ago da biopsia.

Tale tecnica viene rimborsata dalla cassa malati se il centro di radiologia aderisce al programma svizzero di qualità mettendo a disposizione in forma anonima i dati statistici del centro. La drssa Cauzza è stata la prima presidente del gruppo di lavoro MIBB all’interno della società svizzera di senologia e sotto la guida del Dr L. Bronz primario di ginecologia all’ospedale San Giovanni di Bellinzona hanno introdotto questa tecnica nel Canton Ticino nel 2003.

Tale tecnica MIBB può essere utilizzata sia sotto guida stereotassica che ecoguidata che sotto risonanza magnetica.
La stereotassi è una procedura di localizzazione nello spazio di una lesione, in questo caso si utilizzano due incidenze mammografiche per permettere al computer di localizzare all’interno del seno le microcalcificazioni.

Tecnologia 3D tomosintesi

 

La mammografia 3D tomosintesi

xDonna è un centro di riferimento per la senologia dove la tecnologia è sempre all’avanguardia. Abbiamo scelto il mammografo Hologic 3Dimension che è la soluzione per la tomosintesi al seno più veloce con la risoluzione più elevata.

La scansione in soli 3,7 secondi minimizza il tempo di compressione aumentando il confort per la paziente e limitando la possibilità di artefatti dovuti al movimento.

Grazie alla funzione di mapping, ciascun’ area sospetta individuata su un’immagine Intelligent 2D è istantaneamente e automaticamente collegata allo strato di Tomosintesi corrispondente, risparmiando prezioso tempo di lettura e velocizzando il flusso di lavoro per i radiologi.

L’esame Hologic 3D MammographyTM

  • è in grado di individuare fino al 65% di tumori invasivi della mammella rispetto alla sola tecnologia 2D
  • riduce fino al 40% il numero di richiami rispetto alla sola tecnologia 2D
  • è considerato dalla FDA migliore per le donne con seno denso rispetto alla sola mammografia 2D
  • oltre 200 studi scientifici ne dimostrano l’efficacia clinica

Per maggiori informazioni riguardo la tecnologia 3D tomosintesi è possibile consultare il sito internet www.3dimensionssystem.eu.

 

What visitors say about Dr. med. Cauzza Elena

5.0
2 ratings | No reviews
Source: Swisscom Directories AG